Il prototipo della Bot Car è composto da una scheda Nucleo della ST Microelectronics, una scheda Cent4ur per il controllo di potenza di una coppia di motori DC a spazzole (assorbimento massimo di 2A/motore), un modulo bluetooth seriale slave ( facilmente reperibile su ebay al costo di pochi euro) e un Kit Motor Smart Robot 4WD Car Chassis Speed Encoder Battery Arduino UNO.

La Bot Car viene pilotata a distanza da un qualsiasi smartphone dotato di sistema operativo Android, bluetooth ed accelerometro. A seconda dell’inclinazione assunta dal cellulare lungo gli assi XY, l’accelerometro assume un valore che viene trasmesso, via bluetooth, alla CPU a bordo della bot car. Questi valori, corrispondenti alle quattro direzioni principali, sono rispettivamente:

Asse Y Avanti / Indietro
Asse X Destra / Sinistra

In posizione di riposo, ovvero con lo smartphone orizzontale e quindi con gli assi XY compresi tra ±2 o prossimi a 0, viene inviato il comando di Stop.

La velocità dei motori è mantenuta costante, ovvero con un valore di pwm fisso. Il programma sullo smartphone che permette di interagire con la bot car sfruttando una comunicazione bluetooth è stata realizzata con MIT App Inventor 2.

di Marcello Pinna
dimensioni lunghezza 25 cm, larghezza 15 cm
bot car
bot car
Bot car

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*