La partecipazione come espositore e relatore di un workshop è riservata ai membri iscritti alla nostra associazione. Per chi ancora non lo fosse, la registrazione è immediata e può essere fatta in qualsiasi momento, basta inviare una mail di richiesta ad info@officinerobotiche.it.

Spirito della competizione

La competizione di line following è una gara di velocità dove ogni robot autonomo ha il compito di seguire un percorso il più velocemente possibile.
Il tracciato è un anello chiuso indicato da una linea nera in campo bianco. Ogni robot corre da solo e ogni manche sarà costituita da tre giri consecutivi; il tempo complessivo dei tre giri determinerà la posizione in classifica. Il robot che completa i tre giri nel tempo minore guadagna la prima posizione e così a scalare.

Svolgimento della gara, classifiche, esclusioni e penalizzazioni

La gara di Officine Robotiche 2016 si svolgerà in due manche di tre giri ognuna; la prima su di un percorso reso noto a priori il cui tracciato in formato DWG è allegato e parte integrante di questo regolamento; l’altro verrà realizzato la mattina prima della competizione e verrà reso disponibile per le regolazioni qualche ora prima della competizione.

La somma delle posizioni in classifica nelle due manche determinerà la posizione nella classifica finale. In caso ci siano più concorrenti con lo stesso punteggio si attribuiranno le posizioni tra i pari merito in ragione della somma tra i tempi ottenuti nelle due manche; al tempo minore verrà attribuita la piazza migliore e a seguire gli altri.

Dopo il segnale impartito dal giudice di gara, il robot potrà partire in qualsiasi punto del tracciato ma il rilevamento dei tempi verrà avviato sul passaggio di uno specifico punto del percorso,
evidenziato e uguale per tutti i concorrenti. Il conteggio verrà fermato sul medesimo punto al termine dei tre giri previsti; il robot potrà poi essere arrestato in un qualsiasi tratto successivo.

I robot devono evidentemente seguire l’andamento del tracciato, non devono necessariamente essere posizionati a cavallo della linea per tutta la durata della prova ma deve essere evidente ai giudici che il robot sta assumendo come input la posizione della linea e sta conseguentemente gestendo i propri movimenti. I giudici potranno escludere dalla competizione i robot che, a loro insindacabile giudizio, violino lo spirito della competizione, ad esempio eseguendo un percorso memorizzato precedentemente. Potranno essere richiesti test nei casi dubbi.

Non è consentito tagliare tratti di percorso; nel caso un robot perda il controllo della direzione e recuperi fortuitamente la linea in un punto diverso del tracciato, tagliando un tratto di percorso e
avvantaggiandosi, i giudici assegneranno una penalità in secondi da aggiungere al tempo rilevato dal cronometro. Le predette penalità potranno essere di 5 (cinque), 10 (dieci) e 15 (quindici)
secondi, secondo l’entità del tratto non percorso.
Qualora i giudici ritenessero che il taglio di parte del percorso non sia fortuito potranno chiedere di ripetere la partenza e nel caso si ripetesse la stessa manovra escluderanno il robot dalla competizione.
Nessuna penalità verrà attribuita ai robot che dovessero perdere la linea e successivamente recuperarla poco più avanti (senza accorciare il percorso) o tagliassero il tracciato all’indietro.

Nel caso un robot perda la direzione ed esca dal campo di gara senza essere in grado di recuperare autonomamente il tracciato, il concorrente ha diritto a ripetere la prova per altri due tentativi al
termine dei quali, se non sarà riuscito a completare il percorso, verrà escluso dalla competizione.
E’ consentito eventualmente effettuare modifiche alle regolazioni del robot prima del nuovo tentativo ma solo se ciò non pregiudica lo svolgimento regolare della competizione.

Campo di gara

Il campo di gara della prima manche è quello fornito in allegato.
Il campo di gara della seconda manche verrà realizzato con nastro nero di larghezza variabile da 20 a 25 mm su campo bianco avente dimensioni di cm 170 x 100. Gli elementi di tracciato saranno
simili a quelli del percorso prefissato per la prima manche, naturalmente organizzati in modo differente; non vi saranno ne interruzioni ne incroci ne angoli retti.

Robot ammessi

Sono virtualmente ammessi robot di qualsiasi architettura e dimensione purché siano in grado di muoversi sul percorso senza danneggiarlo o sporcarlo e siano in grado di seguirne il tracciato in un tempo ragionevole.
I giudici potranno escludere dalla competizione robot che per dimensioni o altro pregiudicassero il significato della competizione (ad esempio un robot sproporzionato nei confronti del campo di
gara).
I robot devono tassativamente essere autonomi ed auto-costruiti, in ogni caso non devono essere prodotti reperibili in commercio pronti e finiti.
Nel caso vi fosse presente all’evento un numero consistente di robot commerciali, questi potranno partecipare all’evento e avranno diritto ad una graduatoria a parte.
Per autonomo si intende che il robot deve essere in grado di compiere il percorso senza alcun intervento umano dal momento dell’input di start (pulsante, telecomando, controllo remoto, ecc.) e
sino alla richiesta di arresto al termine dei giri cronometrati.
E’ espressamente vietato ogni forma di telecomando da remoto fatto salvo l’impulso di start e di stop.

 

Tracciato indicato nel regolamento Line Follower

Download

Di seguito sono riportati tutti i download inerenti al regolamento, trovate: il regolamento stesso in formato PDF e il tracciato di gara in due formati DWG e PDF.

::: [download id=”111″] :::

::: [download id=”119″] :::

::: [download id=”114″] :::